Caminia di Stalettì (CZ): uno scrigno sul mar Ionio.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ): la spiaggia.

Caminia (CZ)_Ristorante "La Cabana": la spiaggia.

Caminia (CZ)_Ristorante “La Cabana”: la spiaggia.

Caminia (CZ)_Ristorante "La Cabana".

Caminia (CZ)_Ristorante “La Cabana”.

È una delle spiagge più belle della Calabria ionica sul Golfo di Squillace, denominata Costa dei Saraceni o degli Aranci, poco lontana da altre rinomate località balneari, Copanello (ca. 5 km) e Soverato (ca. 9 km). Per arrivarci è necessaria l’auto o la moto, uscire allo svincolo della SS 106 ionica e seguire le indicazioni per Pietragrande/Caminia. Già scendendo lungo la strada che porta al mare (poco più di 1 km) si possono ammirare splendidi scorci. La sabbia leggermente granulosa (facile da togliere quindi) e i fondali d’acqua cristallina sono il biglietto da visita di questo splendido lembo di costa.
Incastonata, come uno scrigno, tra due scogliere panoramiche (Torre del Palombaro e Pietra Grande) che formano una baia naturale ricca di grotte (famosa quella di San Gregorio), insenature e testimonianze archeologiche (i resti della chiesetta di Panaja), alterna tratti di spiaggia attrezzata a spazi liberi e un complesso Turistico Residenziale “La Cabaña”.
Per apprezzare in tutta la sua bellezza la baia, non c’è di meglio che la vista dal mare, magari con un giro in pedalò.
Il parcheggio non è sempre agevole, (libero o a pagamento), in particolare nelle giornate di maggior flusso turistico estivo. Consiglio, per chi può, di scegliere giorni diversi dal sabato/domenica, possibilmente arrivando la mattina presto.
Per mangiare trovi piccoli bar e un buon ristorante “La Cabaña”, con vista direttamente sul mare.
Indispensabile la macchina fotografica, per immortalare ricordi da rivedere, con nostalgia…
Ricordiamoci che la spiaggia, il mare e la natura sono un patrimonio di tutti, se vogliamo conservarlo, dobbiamo rispettarlo.

Caminia di Stalettì (CZ): uno scrigno sul mar Ionio.ultima modifica: 2019-07-22T19:05:44+02:00da arcobaleno1956
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento